La realtà virtuale – I migliori caschi a realtà virtuale del 2019

Casco a realtà virtuale

Questa è davvero la domanda che vi state facendo? La tecnologia vi permette di immergervi in torride scene con le vostre attrici preferite e voi vi domandate ancora se vale la pena di provare un casco a realtà virtuale? Ok, vi spiegherò tutto. Non ho dubbi: la realtà virtuale rappresenta il futuro – se non il presente. Non riesco a pensare a una ragione per non possedere un casco a realtà virtuale, poiché non vi impedisce di utilizzare normalmente il vostro smartphone o il vostro computer. Semplicemente si tratta di uno strumento supplementare per divertirsi, per viaggiare un po’.

Che cos’è un casco a realtà virtuale?

Si tratta di un grosso casco, simile a una maschera da sci, ma che non ha lo stesso utilizzo in quanto non si vede assolutamente nient’altro da quello che il casco stesso ci mostra: meglio stare seduti! Il casco a realtà virtuale ci proietta al centro di un video, di un gioco, per darci un’immersione massima all’interno del luogo virtuale che abbiamo scelto di visitare.

Grossomodo si tratta di una semplice scatola equipaggiata con delle lenti, che ci permette di modificare l’immagine del nostro smartphone, che dobbiamo inserire all’interno. Ovviamente si possono utilizzare solamente dei video o dei giochi pensati per la realtà virtuale e si avrà l’impressione di trovarsi all’interno della nostra applicazione o del nostro film.

Esistono anche dei caschi come l’Oculus Rift o l’HTC Vive che hanno direttamente degli schermi per rendere l’immersione più performante e per dare all’utente ancora più possibilità. Al momento non ci sono molti giochi disponibili e nemmeno molti video e il prezzo di questi caschi è un freno considerevole viste le relativamente scarse possibilità di goderne, ma sono destinati a diventare – in un futuro non molto lontano – caschi molto popolari!

Un’immersione incomparabile

casco a realtà virtuale

Se già amate le televisioni 3D, allora siete destinati ad adorare i caschi a realtà virtuale. Con una TV 3D quando si gira la testa, si esce dal video e non ci si può immergere completamente, ma se si gira la testa con un casco a realtà virtuale, si vede ciò che si desidera e si resta all’interno del luogo virtuale dove siamo proiettati.

Ci vuole uno smartphone con dei sensori potenti. L’accelerometro e il giroscopio ci permettono di muoverci in maniera fluida e di non imbatterci in troppi scatti. La maggior parte degli smartphone di nuova generazione si adatta molto bene e possiamo usare i nostri caschi per diverse dozzine di minuti senza avere mal di testa.

Tutto questo è, per l’industria del porno, una manna dal cielo! Tutti noi mascalzoni immaginiamo di avere un incontro ravvicinato con le nostre attrici preferite, con le attrici dei video che guardiamo. Con un casco a realtà virtuale, ci siamo molto più vicini! Purtroppo non possiamo realmente toccare le nostre amiche, ma – a condizione di avere un buono schermo – avremo l’impressione di avere il seno della nostra attrice preferita davanti ai nostri occhi. La prima volta – lo devo ammettere – ero quasi intimidito talmente l’immersione era realistica, totale. Ora sono abituato a queste superbe creature, sempre felici di passare un momento con me!

La realtà virtuale: il casco a realtà virtuale