La mia opinione sul casco HTC Vive

HTC vive, realtà virtuale, vr
9.2

Il parere di Lasegasenzalama

9.0/10

Qualità

9.5/10

Suono

9.0/10

Immersione

9.5/10

Confort

9.0/10

Pro

  • Immersione ottimale
  • Ottima qualità visiva
  • Pochissimi pixel visibili
  • Fluidità eccellente
  • Controller davvero intuitivi

Contro

  • Prezzo un po' elevato
  • Casco relativamente pesante
  • Troppi cavi

Annunciato come la Rolls Royce dei caschi VR (a Realtà Virtuale), il casco HTC Vive era tanto atteso quanto l’Oculus Rift, se non di più. Per me, però, non è un casco essenziale in quanto si concentra soprattutto sull’aspetto ludico, ma poiché mi è stato proposto di far valere la mia esperienza in questo campo, ho accettato di provarlo con grande piacere. In questo caso ho vissuto un’immersione totale, una classica esperienza a Realtà Virtuale. Ho donato il mio corpo alla scienza ed ecco la mia opinione su questo casco!

Presentazione del casco HTC ViveOpinione htc viveVerificare il prezzo (Amazon)

Si tratta di un casco – o meglio di un kit di realtà virtuale – che riscuote il più grande successo del momento. Promette un’immersione totale all’utilizzatore che non deve restare per forza seduto sul suo divano o davanti alla scrivania, ma che può muoversi di qualche metro. Bisognerà, quindi, spostare un po’ i mobili per non rischiare di rompere tutta la casa, e forse anche sfruttare una stanza esclusivamente per la nostra vita a realtà virtuale.

Design ed ergonomia

Il casco

Cominciamo a presentare il casco – un pochino più pesante rispetto all’Oculus Rift – di circa 600 grammi. Il peso è abbastanza ben bilanciato, ma la cassa – leggermente sporgente in avanti – fa sentire la sua presenza. Il casco è interamente in plastica nera, di buona qualità e sembra robusto.

Delle cuffie sono fornite, si possono collegare grazie a una presa jack femmina sulla parte superiore del casco. Ovviamente possiamo scegliere di utilizzare altre cuffie, soprattutto se si hanno delle apparecchiature ad alta prestazione e che si adattano bene alle nostre orecchie.

Contrariamente ad altri caschi, ad esempio quello a realtà virtuale Samsung Gear VR, che reclamano la presenza di uno smartphone e che funzionano quindi senza fili, il casco HTC Vive ha bisogno di essere collegato ad un computer. Diversi cavi, quindi, passano sulla parte superiore della testa e si mescolano al sistema di fissaggio del casco la cui attuazione non è evidente, anche perché i lacci sui lati sono ugualmente difficili da piazzare.

Miglior casco vr, realtà virtuale, HTC VIVEVerificare il prezzo (Amazon)

I joystick

HTC Vive fornisce due joystick o meglio due controller, che funzionano molto meglio rispetto al piccolo telecomando dell’Oculus Rift o di quelli del X-Box. Non sono né troppo pesanti né troppo leggeri, si prendono in mano senza problemi e si percepisce subito che l’utilizzo sarà intuitivo. Su ogni controller, c’è un trigger per l’indice, una zona rotonda e cliccabile per il pollice e altri due pulsanti in più sulla facciata. Sono senza fili e hanno circa quattro ore di autonomia.

L’installazione

Appena ho aperto la scatola per l’installazione, sono stato preso da sconforto poiché avevo la pigrizia di collegare tutti i fili – sarà lo stesso per chiunque sia pigro e frignone almeno quanto me. Sembra davvero tutto molto complicato e all’inizio ho avuto un po’ paura. Ma poi ho seguito le istruzioni e tutto si è rivelato molto semplice.

Il casco è collegato ad una cassa – a sua volta collegata alla rete e al computer. Ci sono circa cinque metri di cavo per collegare il casco alla cassa e un metro per collegare quest’ultima al computer. Bisogna, in seguito, impostare i trasmettitori Lighthouses, essenziali per spostarsi nello spazio. Diverse configurazioni sono possibili e si fa tutto facilmente grazie alle impostazioni disponibili su Steam VR.

Bisogna installare il tutto in una stanza fra i 3 e i 20 metri quadri. In seguito, si deve eseguire una “scansione” della stanza. In questo modo si può definire le zone di utilizzo per evitare di sbattere ovunque quando si gioca. Ciò si può fare con l’aiuto di un controller.

Ci vuole circa un’ora per fare l’installazione. Fortunatamente ogni tappa è spiegata chiaramente e tutto si rivela piuttosto semplice. Quando tutto è in ordine, allora non ci resta che divertirci!

Casco realtà virtuale

Verificare il prezzo (Amazon)

Confort del casco VR (a realtà virtuale) HTC Vive

Sicuramente è un ottimo casco a realtà virtuale, niente da dire al riguardo. HTC Vive è abbastanza voluminoso e pesa leggermente più dell’Oculus Rift, ma il rivestimento è più confortevole. La zona attorno alle lenti è spaziosa, ciò dovrebbe accontentare coloro che hanno gli occhiali. C’è dello spazio e non sarete schiacciati!

Il casco non si surriscalda, nemmeno dopo due ore di utilizzo. La superficie aumenta leggermente la temperatura, ma non ci si accorge di nulla mentre si gioca. Possiamo regolare, inoltre, la profondità e la distanza fra le lenti e questo è essenziale per portare il casco nella maniera più natura possibile.

Sono tutti questi cavi che rovinano -almeno un po’ – la festa. Nulla da rimproverare al casco di per sé, ma quando si gioca in piedi si rischia di imbrigliarsi con tutti i fili attorno e di dover mettere il gioco in pausa per liberarsi. Per rovinare l’immersione non c’è niente di peggio! Fortunatamente possiamo scegliere di giocare anche da seduti.

Performance del casco HTC Vive

Intanto dovete leggere attentamente le pretese di HTC  Vive poiché questo casco vuole un buon computer per funzionare correttamente. Ci vuole almeno un PC con una scheda grafica GeForce GTX 970 o AMD 290, un processore Intel Core i5-4590 o AMD FX 8350, con 4 Giga almeno di RAM. Lo confesso: ho una macchina scrausa, ma un computer che risponde perfettamente a queste esigenze.

La definizione proposta da HTC Vive, ovvero 1080 x 1200 pixel, è al di sotto di quella proposta da Oculus Rift, ma non ci sono grandi differenze. A mio parere, anzi, è un pochino meglio poiché i pixel si vedono un po’ meno e si riesce a leggere molto più facilmente i testi in fondo allo spazio virtuale. Non so bene come questi miglioramenti siano possibili – forse merito della qualità grafica -, ma sicuramente sono piacevoli!

L’interfaccia iniziale

Questa è Steam a realtà virtuale e non soddisfa i miei gusti come fa l’Oculus. Si tratta di un mondo futurista dove dei robot ci spiegano il funzionamento del casco e come utilizzare l’interfaccia. Da qui possiamo scaricare i giochi o i video e provare le app già disponibile per familiarizzare con il dispositivo.

Fin dall’inizio sono rimasto sorpreso dalla qualità delle immagini. L’ombra provocata dalle mie mani mi estasiava e per almeno un quarto d’ora ho impiegato il mio tempo muovendole e guardando le mie mani e la loroombra. Ok. Probabilmente sembravo un idiota, ma avevo veramente delle mani virtuali molto belle!

I giochi sono sensazionali

TEST HTC VIVE, giochi, vr, rv

Verificare il prezzo (Amazon)

Ho iniziato con The Lab. Il gioco di base di questo casco, che ci permette di studiare un po’ questo nuovo mondo virtuale. In realtà è composto da numerosi mini-giochi, piuttosto carini! Ho riparato un robot, piuttosto bene credo, ma non sono un meccanico esperto! Ho preferito difendere un castello e lanciare frecce mortali contro gli assalitori. L’immersione è sorprendente fin dall’inizio, ci si fa prendere velocemente dal gioco!

Ho continuato con Space Pirate Trainer (foto sopra). Il gioco è fondamentalmente uno sparatutto in cui bisogna domare dei robot piuttosto nervosi. In una mano abbiamo la pistola laser e la mano sinistra può tenere o uno scudo o un’altra pistola. Non amo particolarmente questo genere di giochi, ma questo è geniale! Ci abbassiamo, ci nascondiamo dietro un muro, spariamo, ci proteggiamo con uno scudo… Davvero fantastico! I movimenti sono di una precisione incredibile e ci vuole del fiato per andare avanti. Una grande avventura che ci fa fare attività fisica ed emozionare, l’ho adorata!

Qualche video per rilassarsi

Dopo numerosi sforzi, avevo bisogno di riposarmi e di ritornare alla mia routine e, quindi, di connettermi a un sito porno. Ho sfruttato il casco HTC Vive per testare il sito WankzVR. Anche in questo caso con mio grande piacere. Scarsissimo l’effetto pixel, l’immersione è veramente impeccabile!

Questo tipo di casco è davvero geniale… ci si ritrova in una camera d’hotel virtuale con una star del porno molto contenta di essere là. Dopo aver sudato per i giochi, ho sudato di nuovo, ma per altre ragioni. Ci sono pochissimi scintilli e rimane ancora qualche piccola deformazione, ma a causa del video e non del casco.

I colori sono perfetti, tutto sembra naturale e si crede di essere veramente nella stanza con delle giovanissime ragazze, una più frivola dell’altra. Ho anche pensato di tenere il casco per il resto della mia vita, ma ogni tanto devo mangiare anche io…

sesso virtuale, HTC Vive

Verificare il prezzo (Amazon)

Confort visivo

Anche in questo caso, come nel caso dell’Oculus Rift, il confort visivo è praticamente perfetto. Si può tenere il casco senza problemi per più ore, senza nausea o vertigini. I movimenti sono naturali e i sensori del casco permettono una fluidità assoluta. Siamo lontani dai caschi per smartphone con dei leggeri sfasamenti che rovinano l’immersione. Con HTC Vive tutto procede al meglio dal punto di vista visivo.

Il confort visivo ottimale rende i video e i giochi molto più attraenti. Ci si sente a proprio agio e ci si immerge ancora di più nei differenti ambienti della realtà virtuale che si vogliono visitare.

Una qualità audio corretta

Le cuffie rimovibili fornite da HTC Vive sono di buona qualità. C’è di meglio in giro e non c’è ancora modo di sentire i suoni a 360°. Lo stesso vale per Oculus Rift è questo è un po’ un peccato. Per un’immersione davvero completa, il suono è un elemento da non sottovalutare.

In ogni caso la qualità è molto buona: la musica, gli effetti sonori dei giochi e i gemiti della mia attrice porno preferita sono ben riprodotti. Ci sono dei buoni bassi, gli alti sono ottimi e la spazializzazione dei suoni – pur non essendo geniale – è ottima nell’insieme.

Il verdetto

htc vive vr

Verificare il prezzo (Amazon)

HTC ha fatto il botto con questo casco a realtà virtuale. Si tratta del kit a realtà virtuale di maggior successo. L’immersione è realtà e anche se la definizione non è superiore a quella della concorrenza, l’effetto griglia e i pixel sono quasi scomparsi. Il confort visivo è perfetto, nessun sfasamento e fluidità ottimale: inevitabilmente ci si immerge nei mondi virtuali proposti!

I controller sono ben pensati e permettono di giocare in totale immersione e in preda all’azione. Io non amo i giochi e mi sono connesso più volte per fare qualche partita: è davvero divertente e mi sembra anche di fare un po’ di sport!

Il confort generale è buono, anche se il casco pesa leggermente nella parte frontale. Si ha un po’ di mal di testa dopo qualche ora.  I cavi anche sono troppo presenti e si rischia di imbrigliarsi quando si gioca in piedi perdendo, in questo modo, l’immersione: è un po’ un peccato.

In ogni caso è il casco migliore al momento disponibile. Il suo prezzo è, pero, (troppo) elevato e ciò frenerà numerosi utenti (su questo link ho visto il miglior prezzo disponibile attualmente). Bisogna essere davvero degli appassionati e possedere un computer potente per ordinare un casco a realtà virtuale HTC Vive. Però è vero che quando si ama qualcosa non si bada a spese e chi vorrà ordinare questo casco otterrà il meglio della realtà virtuale disponibile sulla piazza! Divertitevi!

I punti di forza

  • Un’immersione ottimale
  • Un’ottima qualità visiva
  • Scarso effetto “griglia” e pochi pixel visibili
  • Fluidità e confort visivo perfetti
  • Controller intuitivi

I punti deboli

  • Prezzo elevato
  • Un casco un po’ pesante
  • Cavi troppo presenti

Verificare il prezzo (Amazon)